Decollazione di san Giovanni Battista di Francesco Vanni
Olio su tela, post 1589, 85×66 cm

Il dipinto è opera di Francesco Vanni, fratellastro di Ventura Salimbeni con il quale rivestì il ruolo di caposcuola della pittura controriformata senese tra  fine Cinquento e inizio Seicento.  Dopo una prima formazione locale, il Vanni si perfezionò a Roma lavorando nei principali cantieri decorativi capeggiati da Giovanni De Vecchi. La tela è caratterizzata da un raffinato intreccio di cultura romana, colorismo veneto e baroccismo.

Il dipinto entra in casa Sorbello attraverso un vincolo matrimoniale nel XVIII secolo poi disperso per divisioni ereditarie nel XX secolo.  Il quadro è stato riacquisito nelle collezioni museali di recente; per l’occasione è stato restaurato e presentato al pubblico per la prima volta in assoluto.